Logo sito
Descrizione

Il Parco Naturale di Monte Caloria e della Catena Costiera è un'area di notevole importanza ecosistemica, corridoio ecologico naturale di interconnessione tra il Pollino e la Sila, i cui elementi endemici e tra questi il sistema dei laghi naturali, sui generis in tutta la Calabria.

All'interno del parco appositi cartelli in legno segnalano 6 sentieri con l'indicazione dell'itinerario, i chilometri e il tempo necessario, il dislivello e la difficoltà.

Nella riserva domina il faggio che copre una superficie di circa 663 ettari. Nelle zone più basse si trova il cerro e il castagno. Intorno al 1900 sono starte introdotti il pino nero dell'Austria e l'abete bianco, più di recente il pino larico di Calabria e la pseudotsuga douglasii. Lungo i ruscelli e nelle radure ci sono numerosi tipi di felci. Nel sottobosco sono presenti diverse specie di orchidee. Lungo i valloni vegeta l'ontano napoletano e qualche esemplare di acero montano.

 

La fauna

Sono molti i mammiferi che vivono nel parco. Si possono, infatti, incontrare volpe, donnole, faine, martore, tassi, lepri, scoiattoli neri (a zaccareddra), moscardini, ghiri, cinghiali, ricci. Nutrita anche la presenza di uccelli: poiana, sparviere, civetta, allocco, colombaccio, picchio verde, pettitorsso, capinera, merlo, tordella, cornacchia grigia, gazza, scricciolo, cicnciarella, verdone, cardellino e tanti altri. Nella riserva si trovano, infine, rettili (vipera, lucertola campestre, biscia dal collare, orbettino) e anfibi (salamandra, tritone, ululone dal ventre giallo, rospo, rana appenninica, testuggine di Hermann).

La riserva ospita una serie di laghi la cui origine è ancora oggetto di studio. La forma rotondeggiante della maggior parte di essi ha indotto alcuni studiosi a ritenere si possa trattare di conche carsiche riempite da acqua proveniente da sottosuolo. Secondo altri, invece, i laghi potrebbero essere la conseguenza di fenomeni franosi di grandi proporzioni (accumulo di acua lungo le depressioni formatesi a causa della frana). Non sono bacini di grandi dimensioni: il lago Astone, il lago Trifoglietti e il lago della Paglia superano di poco l'ettaro, il lago dei Due Uomini arriva a due ettari. Il lago del Frassino è già asciutto all'inizio della stagione secca. Sono tutti circondati da una fitta vegetazione e offrono al visitatore la suggestione di angoli naturali ancora intatti e magici.
Il lago Trifoglietti ospita rari esemplari di flora come la felce Osmunda regalis.

Con decreto del 3 aprile 2000 del Ministero dell'Ambiente i laghi di Fagnano e Monte Caloria sono stati riconosciuti come "Sito di importanza comunitario" (SIC).

 

Lago dei Due Uomini

In questo lago nel luglio del 1982 due erpetologo francesi, Dubois e Breuil, scoprirono la presenza del tritone alprestre. Questo spledido anfibio caudato, denominato dai francesi Triturus alpestris inexpectatus per via della scopert inaspettata, é un animale esclusivo della fauna calabrese visto che, fino ad allora, era ritenuto tipico del centro Europa. In italia, infatti, si aveva conoscenza dui una popolazione meridionale rappresentata, però, dalla sottospecie Triturus alpestris apuanus che si spingeva fino al Lazio. i soggetti rinvenuti nel lago fagnanese hanno una dimensione di 8-12 centimetri di lunghezza. Il maschio é di colore scuro col ventre arancio o rosso e durante la riproduzione presenta una cresta dorsale bassa che arriva fino alla coda, mentre la femmina ha una colorazione uniforme. in questo ecosistema sono presenti anche altri due tritoni: il Triturus carnifex e il Triturus italicus.

Lago Trifoglietti

E' la presenza di particolari specie di piante che rende questo lago interessante da un punto di vista scientifico. Il nome gli deriva proprio da una di queste, l'Oxalis acetosella, che é formata da tre foglie. Qui cresce anche la felce florida o regale (Osmunda regalis) che, con le sue frondelunghe fino a 180 cm, é una delle più grandi in Italia (tipiche delle zone a clima oceanico). Da segnalare, infine, un'alga rossa (batracho-spernum) e la felce Blechnum spicant. Per quanto riguarda la fauna, invece, il lago trifogliette ospita diverse specie di tritoni, la salamandra pezzata (caratteristiti i suoi colori giallo e nero) e tante altre specie interessanti,. Questo bacino é circondato da faggi e ontani.

Lago della Paglia

Lago del Frassino

Lago Fonnente

Località
Seguici su
Provincia
Aperto
Aperto 24h oggi Attiva/disattiva programma settimanale
  • Lunedì

    Aperto 24h

  • Martedì

    Aperto 24h

  • Mercoledì

    Aperto 24h

  • Giovedì

    Aperto 24h

  • Venerdì

    Aperto 24h

  • Sabato

    Aperto 24h

  • Domenica

    Aperto 24h

  • 24 Luglio 2024 4:20 ora locale

Contatta

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi una recensione

      Potrebbe interessarti anche